Cosa vedere in Catalogna

17 luoghi da visitare in Catalogna

Confinante con le montagne e il Mar Mediterraneo, la Catalogna è una regione tradizionale della Spagna fieramente orgogliosa della sua cultura unica. Barcellona è la destinazione più visitata . Questa colorata città di mare è piena di attrazioni e cose da fare, con un affascinante quartiere medievale, una sorprendente architettura modernista e una vivace cultura urbana.

Rivali di Barcellona in termini di importanza storica sono Girona, con il suo patrimonio medievale, e Tarragona, ex capitale Romana. Più lontano, nell’idilliaco paesaggio di valli verdeggianti e dolci colline, i turisti possono scoprire pittoreschi borghi medievali; porti marittimi pittoreschi; e tranquilli villaggi di campagna, dove il cinguettio degli uccelli e le campane delle chiese sono i rumori più forti.

La costa catalana delizia gli amanti del sole con destinazioni balneari come la lussuosa località di Sitges e le calette appartate di Cadaqués, sulla Costa Brava, e le calme acque della Costa Daurada. Ad ogni tappa del percorso, la gastronomia locale tenterà i visitatori con specialità locali come l’ Esqueixada, un’insalata di peperoni, pomodori e baccalà.

Organizza i tuoi viaggi in questa affascinante regione con la nostra lista dei migliori luoghi da visitare in Catalogna.

Barcellona

La soleggiata e vivace Barcellona offre uno splendido scenario mediterraneo combinato con una vivace energia urbana. Questa sgargiante città è la seconda città più grande della Spagna, nonché la capitale della regione della Catalogna.

Il Barri Gòtic ( quartiere gotico ) è la zona più suggestiva del centro storico, una deliziosa area di strade incredibilmente strette, antichi vicoli e piazze tranquille dove la gente del posto si riunisce per socializzare. I musicisti di strada si trovano spesso qui a suonare la chitarra classica spagnola, aggiungendo all’atmosfera magica.

Fuori dal centro storico si trovano ampi viali alberati che conducono alle bellissime spiagge lungo il porto. L’arteria più vivace di Barcellona è La Rambla , una strada alberata con molti negozi e caffè all’aperto. La Rambla è al centro della vita sociale della città e brulica di attività giorno e notte.

Passeggiando per La Rambla, i turisti dovrebbero essere sicuri di ammirare il Palazzo Güell ( Palau Güell ), che è un capolavoro dell’architettura d’avanguardia di Antoni Gaudí. Questo monumento storico-artistico, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, è stato progettato come residenza privata per la famiglia Güell alla fine del XIX secolo.

Altri punti di riferimento imperdibili creati da Gaudí sono la Basílica de la Sagrada Família , un luogo surreale di culto spirituale e il Park Güell , patrimonio dell’UNESCO , un parco pubblico con panchine fantastiche e fontane stravaganti decorate con frammenti di ceramica colorata.

Barcellona è famosa per le sue attrazioni culturali e vanta oltre 50 musei di prim’ordine. I musei più famosi sono il Museu Picasso , che espone un’approfondita collezione di opere d’arte di Picasso dei suoi primi anni, e il Museu Nacional d’Art de Catalunya , che presenta una collezione a tutto tondo di arte romanica, arte gotica, dipinti rinascimentali e barocchi , arte modernista catalana e fotografia.

La gastronomia è un’altra attrazione per molti visitatori. Barcellona ha 20 ristoranti con stelle Michelin. Per una deliziosa esperienza gastronomica catalana tra una visita e l’altra, i buongustai possono concedersi un pasto al ristorante Moments, due stelle Michelin, sull’elegante Passeig de Gràcia (numero 38), a pochi passi dalla Casa Batlló di Gaudi e a pochi isolati dalla Casa Mila , la più famosa dimora progettata da Gaudì.

Costa Brava

Estesa a nord-est dalle insenature e dalle spiagge di Blanes fino al confine della Catalogna con la Francia, la Costa Brava è la costa più panoramica della Spagna. Questa costa di 1.240 miglia di scogliere frastagliate e spiagge idilliache è uno dei parchi giochi balneari preferiti d’Europa e le sue graziose cittadine imbiancate hanno attirato artisti tra cui Dalí, Picasso e Marc Chagall.

Le spiagge sabbiose, come quella del colorato e antico villaggio di pescatori di Calella de Palafrugell, sono nascoste in insenature sotto le scogliere, e altre città, come Santa Susanna, hanno una scelta di diverse spiagge, da spiagge affollate piene di bagnanti e chioschi a calette tranquille e spiagge attrezzate per gli sport acquatici e la vela.

Monastero di Montserrat

Il magnifico monastero benedettino di Montserrat si trova in cima a una rupe rocciosa, circondato da scogliere fantasticamente erose. Questo straordinario sito naturale ha un’atmosfera ultraterrena e che ispira l’anima.

Una funivia trasporta i visitatori su per la montagna (oltre 500 metri di dislivello) fino al monastero. Dal suo alto punto di osservazione, i panorami della campagna catalana sono mozzafiato.

La storia del monastero risale al 1025, quando fu fondato sul sito del piccolo eremo di montagna di Santa Maria de Montserrat. Ben presto si sparse la voce dei miracoli compiuti qui dalla Vergine e il monastero divenne un importante luogo di pellegrinaggio.

La scultura della Madonna di Montserrat del XII secolo, conosciuta come ” La Moreneta ” (“La Madonna Nera”), è ancora venerata qui dai fedeli e oggi Montserrat è una delle maggiori attrazioni turistiche della Spagna.

Il complesso del monastero comprende una chiesa, una biblioteca e un museo di belle arti. I visitatori apprezzeranno anche il ristorante e la caffetteria in loco. I viaggiatori che pernottano possono soggiornare presso l’ Hotel Abat Cisneros a tre stelle , che occupa un edificio del monastero aggiornato che funge da ostello per pellegrini dal 1563.

Girona

Girona è il gioiello della corona scintillante della Catalogna. Questa città fortificata medievale, a 103 chilometri da Barcellona, ​​ha un ricco patrimonio culturale con diverse influenze degli antichi romani, degli arabi dell’era moresca e degli ebrei.

Costruito sulla riva destra del fiume Onyar, il centro storico comprende due aree racchiuse da antichi bastioni: la Força Vella, che delinea l’originaria città romana fondata più di 2000 anni fa, e il quartiere medievale, che ha ampliato la città nel XIV secolo. e XV secolo. Questi suggestivi quartieri storici sono pieni di strette strade pedonali e imponenti edifici medievali.

Nella Força Vella, la Catedral de Girona rivela un’interessante miscela di elementi architettonici: chiostro romanico, interni gotici e facciata barocca. La navata a volta è la seconda più grande al mondo, dopo la Basilica di San Pietro in Vaticano. Il Tesoro della cattedrale mostra un raro arazzo romanico, chiamato l’ Arazzo della Creazione , insieme a manoscritti medievali.

Altri importanti monumenti religiosi sono il monastero benedettino de Sant Pere de Galligants del XII secolo ; la chiesa romanica di Sant Nicolau, oggi adibita a sala espositiva; e il convento gotico medievale di Sant Doménech circondato da splendidi giardini.

La via principale del centro storico è la Rambla de la Libertad , una strada pedonale con portici fiancheggiata da negozi e caffè all’aperto. Un’altra zona interessante da esplorare è il quartiere ebraico (El Call), uno dei meglio conservati della Spagna. Durante il Medioevo, questo quartiere aveva un’importante sinagoga e centri di studio cabalistico.

Le piazze di Placa del Oli e della Placa del Vi hanno mantenuto il loro ambiente originario. Vicino al quartiere ebraico, i visitatori possono scoprire l’eredità culturale dei Mori. I Bagni Arabi , ora ospitati in un convento dei cappuccini, presentano un padiglione di colonne in stile islamico sormontato da una cupola ottagonale.

Tarragona

Tarragona è un’attraente città di mare che sembra avere tutto: sole, spiagge e interessanti monumenti storici. A circa 100 chilometri da Barcellona, ​​questa città portuale sulla Costa Daurada è una valida escursione o una base alternativa per esplorare la Catalogna.

Gli amanti della spiaggia si accontenteranno di trascorrere qualche giorno qui. La maggior parte della città si affaccia sul Mar Mediterraneo e la spettacolare spiaggia di Playa del Milagro è a pochi passi dal centro storico della città.

Gli appassionati di storia rimarranno affascinati dagli antichi edifici romani di Tarragona, dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, trovati in tutta Tarragona, in particolare l’ anfiteatro romano del II secolo incredibilmente ben conservato . Tra le principali attrazioni di Tarragona ci sono anche una cattedrale di epoca romanica e affascinanti strade medievali.

Da non perdere a Tarragona è il Barrio del Serrallo , pittoresco quartiere portuale. El Serrallo è l’antico villaggio di pescatori ed è ancora un vivace quartiere di mare. Al porto, una grande flotta di pescherecci porta il pescato fresco, che viene venduto al mercato del pesce del quartiere. I deliziosi piatti a base di pesce possono essere gustati nei ristoranti sul lungomare del quartiere.

Siti

Lungo il Mar Mediterraneo, a soli 42 chilometri da Barcellona, ​​Sitges attira i visitatori in cerca di spiagge dorate e coccolati relax al mare. La città ha una spiaggia “Bandiera Blu” con acque calme ideali per il nuoto. Un porto turistico per yacht e campi da golf si aggiungono all’atmosfera del resort.

Sitges offre anche cultura; il suo centro storico ha due belle chiese, la Iglesia de Sant Bartomeu e la Iglesia de Santa Tecla . Durante la fine del XIX secolo e l’inizio del XX, molti monumenti modernisti spagnoli furono costruiti in tutta la città.

Un eccellente esempio di questa architettura modernista d’avanguardia è il Cau Ferrat, dove visse il famoso autore e artista spagnolo Santiago Rusiñol. La sua casa e il suo studio d’arte divennero un luogo di ritrovo che attirò molti artisti e intellettuali, conferendo alla città un’atmosfera bohémien.

Per coloro che apprezzano la cucina gourmet, Sitges ha molto da offrire. La città ha un’abbondanza di rinomati ristoranti che servono una superba cucina gastronomica, in particolare piatti della regione catalana.

Teatro-Museo Dalì A Figueres

Famosa per la sua associazione con Salvador Dalí, la tradizionale città catalana di Figueres si trova in una tranquilla pianura fluviale della provincia di Girona (140 chilometri da Barcellona). La principale attrazione turistica della città è il Teatro-Museo Salvador Dalí, dedicato all’opera del genio surrealista.

Ospitato nel teatro municipale del XIX secolo, il museo presenta tutti gli aspetti dell’arte di Dalí ed espone alcuni dei suoi più grandi capolavori della pittura. Con il suo vasto assortimento, la collezione mostra l’intera gamma di espressioni creative dell’artista.

Il museo ha anche una cineteca, che contiene una collezione di contenuti audiovisivi creata da Salvador Dalí. Durante tutto l’anno, il museo ospita eventi speciali e festival.

Indirizzo: 5 Plaza Gala-Salvador Dalí, 17600 Figueres.

Parco naturale di Cadaquès e Cap De Creus

Vicino al Parco Naturale di Cap de Creus, Cadaqués è un incantevole villaggio sulla costa della Costa Brava (170 chilometri da Barcellona). Con le sue case imbiancate che abbracciano una baia riparata, il centro storico di Cadaqués ha l’atmosfera caratteristica di un porto marittimo del Mediterraneo. Il villaggio ha affascinato gli artisti per decenni e offre ancora una vivace scena culturale, con molte gallerie d’arte e musei.

Il Parco Naturale di Cap de Creus è una riserva naturale della penisola di Creus caratterizzata da una costa incontaminata e acque turchesi cristalline. La costa frastagliata e rocciosa del Parco Naturale di Cap de Creus offre opportunità per escursioni e passeggiate nella natura.

A circa 30 minuti di auto da Cap de Creus, la città costiera di Roses iniziò come antica colonia greca. Roses ha una monumentale cittadella rinascimentale affacciata sul Mar Mediterraneo.

Real Monastero di Santa Maria De Poblet

Il Monastero Reale di Santa María de Poblet si trova a 141 chilometri da Barcellona, ​​immerso nella riserva naturale del Parc Natural de Poblet. Il complesso del monastero è uno spettacolo maestoso in un paesaggio sereno di dolci colline ricoperte di vigneti. Circondata da mura difensive merlate, appare da lontano come una cittadella fortificata.

Questo monastero, patrimonio dell’UNESCO, è stato fondato nel XII secolo per i monaci cistercensi ed è considerato un tesoro dell’architettura cistercense. Per secoli, l’ordine ha utilizzato questo luogo tranquillo per il proprio culto spirituale. Il complesso degli edifici è ancora un monastero funzionante con refettorio e dormitorio dei monaci.

Il Monastero di Poblet funge da pantheon reale dal XIII secolo. All’interno della chiesa del monastero, la Basilica di Santa María de Poblet, si trovano le tombe dei re d’Aragona.

I turisti sono invitati a visitare il Monastero di Poblet tutto l’anno, eccetto il 1 gennaio, il 27 febbraio, il 2 luglio, il 25 dicembre e il 26 dicembre. Gli orari sono dalle 10.00 alle 17.00 (con chiusura pranzo dalle 12.30 alle 15.00). I visitatori possono vedere la basilica, il chiostro e la sala capitolare. Il complesso monastico comprende anche un museo e una biblioteca con un archivio di documenti storici.

All’interno del complesso si trova un hotel a tre stelle dove un tempo sorgeva un ostello per pellegrini del XIII secolo. L’ Hostatgeria de Poblet si rivolge ai turisti che cercano una rilassante esperienza notturna in una riserva naturale. Il ristorante dell’hotel Bosseria offre un’esperienza culinaria raffinata e una cucina gourmet preparata con ingredienti locali, tra cui la frutta del frutteto del monastero.

Vittoria Mediovale

Vic è una pittoresca cittadina medievale in un ambiente tranquillo lungo le rive del fiume Mèder, a circa 72 chilometri da Barcellona. La città ha due quartieri storici: l’area intorno a Castillo de Montcada e intorno alla cattedrale.

Vic ha un impressionante patrimonio artistico. Un buon punto di partenza per visitare la città è la Catedral de Sant Pere (aperta tutti i giorni dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 19:00). Con un campanile romanico, chiostri gotici e una facciata neoclassica barocca, la miscela di stili architettonici della cattedrale riflette i lavori di ristrutturazione effettuati nel corso dei secoli. L’interno della cattedrale è adornato con squisiti murales di Josep María Sert.

Un’altra attrazione culturale da non perdere a Vic è il Museo Episcopale. Questo museo espone capolavori di pittura e scultura religiosa di epoca romanica e medievale.

Per coloro che cercano un piacevole pernottamento, il lussuoso Parador de Vic-Sau è nascosto in un rigoglioso giardino con vista sulle montagne Guillerias e sul bacino della sauna. Questo lussuoso hotel a quattro stelle dispone di una piscina all’aperto e di un ottimo ristorante gourmet.

Besalù

Una città medievale da cartolina, Besalú è un pittoresco miscuglio di strade acciottolate e piazze tranquille che rivelano imponenti edifici storici. La città ha un suggestivo vecchio quartiere sefardita con bagni ebraici medievali che venivano usati per le abluzioni rituali.

Diversi affascinanti monumenti cristiani antichi si trovano a Besalú, tra cui il monastero benedettino di Sant Pere del X secolo, la cappella di Santa María del X secolo , la chiesa romanica di Sant Vicenç del XIII secolo e la chiesa di Sant Julià del XVII secolo .

Un’altra testimonianza del passato della città è il Ponte Viejo costruito nell’XI secolo e ristrutturato nel XIV secolo.

Besalú si trova a 133 chilometri da Barcellona in una bella zona della Catalogna, vicino alla Riserva Naturale di La Garrotxa nelle dolci colline dei Pirenei.

Olot e Le Pendici Dei Pirenei

Ai piedi dei Pirenei (112 chilometri da Barcellona), Olot ha un’atmosfera rilassata e una vivace vita culturale. Piacevoli viali alberati, pittoreschi caffè all’aperto e antichi palazzi aristocratici conferiscono alla città un ambiente elegante. I punti salienti turistici di Olot includono un museo d’arte moderna; molte gallerie; e la chiesa parrocchiale del XVIII secolo, Parròquia de Sant Esteve , che presenta una meravigliosa pala d’altare barocca.

Il Museu de la Garrotxa è dedicato alla storia artistica e culturale della regione della Garrotxa. Il museo ha un focus speciale sulla creatività artistica. Per coloro che apprezzano l’arte moderna, questo museo è uno dei posti migliori da visitare nella regione.

Gli amanti della natura apprezzeranno un’escursione da Olot al Parque Natural de la Garrotxa per scoprire un incredibile paesaggio aspro formato da vulcani.

Seu D’Urgell

I viaggiatori possono godersi una vacanza rilassante in una tranquilla cittadina di campagna a La Seu d’Urgell. Si trova in uno splendido ambiente naturale con le montagne della Catalogna e i Pirenei di Andorra come sfondo. Questa pittoresca cittadina storica si trova nella provincia di Lleida, a 173 chilometri da Barcellona ea 88 chilometri dal Parco Nazionale Aigüestortes i Estany de Sant Maurici.

Il sito più interessante è la cattedrale romanica di influenza italiana , costruita tra l’XI e il XII secolo. Altri importanti monumenti sono la chiesa romanica di Sant Miquel dell’XI secolo , l’ Ayuntamiento (municipio) del XV secolo e il convento di Santo Domingo che è stato trasformato in un hotel Parador de Turismo.

Il Monastero Romantico Di Santa Marìa De Ripoll

Questo monastero romanico fu un importante centro monastico della Catalogna durante il Medioevo. Risalente al XII secolo, il complesso comprende una chiesa con uno straordinario portico raffigurante scene bibliche e un tranquillo chiostro pensato per ispirare la contemplazione spirituale.

Un altro monumento religioso degno di nota di Ripoll è la Iglesia de Sant Pere del XII secolo con elementi architettonici preromanici. La chiesa oggi ospita il museo etnografico della città. Nel XIX secolo con l’arrivo della ferrovia, Ripoll (109 chilometri da Barcellona) divenne una vivace città commerciale con una fiorente industria tessile.

Banyoles

Questo idilliaco rifugio nella natura si trova a soli 18 chilometri da Girona ea 121 chilometri da Barcellona, ​​vicino alla Riserva Naturale La Garrotxa . Circondata dalle verdi colline della Sierra Rocacorba, la città è incastonata tra due fiumi sulle rive del lago Banyoles.

Banyoles ha una storia antica, con un’importante industria tessile fin dal XIII secolo. Nel caratteristico centro storico della città si trovano diversi interessanti monumenti religiosi: la chiesa di Santa María del Turers del XIV secolo e il monastero neoclassico di Sant Esteve .

Altri importanti punti di riferimento sono la Pia Almoina , un palazzo medievale costruito nel XIV secolo che ospita un Museo Archeologico e la Llotja del Tint , un edificio del XV secolo utilizzato per la tintura dei tessuti.

Un punto culminante della visita a Banyoles è il bellissimo lago con un perimetro di sei chilometri. È un posto meraviglioso per rilassarsi, fare passeggiate nella natura, andare in bicicletta o andare in barca. I turisti possono noleggiare piccole imbarcazioni per il canottaggio, il kayak o la canoa. La pesca è un altro passatempo popolare, con catture gratificanti che si trovano nelle acque incontaminate.

Cattedrale Di Solsonia

La splendida Cattedrale di Solsona, a 107 chilometri da Barcellona, ​​fu costruita nel XIV secolo in stile gotico ma rivela gli elementi architettonici di una precedente chiesa romanica. I visitatori sono sorpresi dagli spaziosi interni a volta a navata unica.

Tipico dello stile romanico, l’interno presenta tre absidi decorate con arcate. Il campanile è anche dalla struttura romanica.

La facciata presenta ornamenti barocchi aggiunti nel XVIII secolo e il chiostro neoclassico mostra un’icona romanica in pietra della Vergine del Chiostro.

Embalse De Talarn

Circa otto chilometri a nord di Tremp si trova l’Embalse de Talarn, un grande lago formato da una diga che alimenta una centrale idroelettrica. Uno dei più grandi bacini d’acqua dolce della Catalogna, il lago è circondato da uno splendido scenario, con molti pini e calette appartate.

La pesca, il birdwatching, il canottaggio, la vela e il campeggio sono tutte cose popolari da fare qui, e anche le escursioni segnalate e i sentieri 4×4 si intrecciano attraverso il robusto treno.

Leave a Reply